Gwenn ha Du: dalla bandiera della Bretagna alla differenza tra il Gallo e il Bretone

 

“Gwen ha du”, letteralmente bianco e nero in lingua bretone, é, di fatto, la bandiera della Bretagna. (Grazie Wikipedia) Una bandiera a strisce bianche e nere , cinque nere e quatro bianche della stessa larghezza per la precisione, e un rettangolo di ermellini neri su fondo bianco, dalla parte dell’ asta.

Wikipedia dice “di fatto” perché nessuna bandiera in Bretagna é stata ufficializzata per decreto anche se “Gwen ha Du” é usata democraticamente sia nelle manifestazioni ufficiali, che nei cortei rivendicativi dell’autonomia bretone. Per esempio la si trova in tutte le fotogafie prese durante l’ultima rivolta dei “bonnet rouges” contro l’ecotassa.

drapeaux mairie
Le bandiere Euopea, Francese e Bretone (un po`arricciata ne convengo) al Municipio di Locmaria Plouzané

Ritornando alla bandiera, e osservandola in dettaglio, si può dire che é composta da nove strisce bianche e nere che ricordano le nove province storiche della Bretagna. Invece il numero delle ermine nere non ha importanza, il più delle volte sono 11, in tre file. Nove province storiche: 5 bande nere che rappresentano le province della alta Bretagna, vicino alla punta, dove si parlava Bretone, e 4 bianche dove si parlava Gallo.

La differenza tra il Gallo e il Bretone? Il Gallo è una lingua o forse dialetto che fa parte delle lingue “d’oil” del nord della Francia. E originaria dal latino con influenze germaniche. Il Bretone  è una lingua celtica della famiglia del gallese. Cioè non c’è nessuna somiglianza tra il gallo e il bretone. Tutte e due le lingue sono in via di estinzione purtroppo anche se il bretone viene mantenuto in vita artificialmente dalla volontà di mantenere una specificità regionale, con scuole bilingue, e televisioni regionali. Per dare un esempio della differenza tra le lingue riporto un brano della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo (che non fa mai male):

(sempre da Wikipedia)

  • Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza. (Italiano ovviamente)
  • Tous les êtres humains naissent libres et égaux en dignité et en droits. Ils sont doués de raison et de conscience et doivent agir les uns envers les autres dans un esprit de fraternité. (Francese)
  • Le monde vienent su la térre librs tertous e s’ent’valent en drets e dignitë. Il lou apartient d’avaer de la réson e de la conscience e il ont de s’ent’enchevi conme feraen dés freres. (Gallo, lingua d’oil)
  • Totes los èssers umans naisson liures e egals en dignitat e en dreches. Son dotats de rason e de consciéncia e se devon comportar los unes amb los autres dins un esperit de fraternitat. (Occitan, lingua d’oc)
  • Dieub ha par en o dellezegezh hag o gwirioù eo ganet an holl dud. Poell ha skiant zo dezho ha dleout a reont bevañ an eil gant egile en ur spered a genvreudeuriezh. (Bretone, eh sì non ci si capisce niente)

Nel 2004 il consiglio regionale della Bretagna ha approvato all’unanimità sia il Bretone che il Gallo come lingue della Bretagna.

Carte_Haute-Bretagne.svg
In grigio i cantoni dove si parlava Bretone e in Blu quelli di lingua Gallo. Wikipedia By Oie blanche [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons
Per approndimenti vi rimando all’articolo di Wikipedia.

Commenti e interventi sono benvenuti alla pagina del forum.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito è senza pubblicità e contiene dei biscotti (cookies) maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi