Visita virtuale al mercato di Saint Renan

(trattasi di articolo pubblicato nel Finisterre vecchia versione perduto poi ritrovato, rivisto nel 2015 al seguito di una ri-visita al mercato, costatando che non é cambiato granché rispetto all’articolo a parte che i prezzi sono in franchi francesi)

Alla maniera della passeggiata di Palazzeschi, Finis Terre vi invita a una visita al Mercato del sabato di Saint Renan (un paese vicino a Brest). Immaginatevi se potete i suoni e gli odori, alle immagini ci pensiamo noi…

marche3

parcheggiata la macchina e preso il cesto (il sacchetto di plastica non sarebbe in tema) si parte a fare il mercato.

marche2

Sempre all’entrata del mercato, se non abbiamo il cesto lo possiamo comprare dall’impagliatore, l’uso dei cesti, sacchi e sacchetti che si portano da casa é piu’ frequente que in italia, anche perché da tempo nessun supermercato ti da i saccehtti di plastica usa e getta.

(ndr 2015: col tempo anche i supermercati italiani si sono adeguati, l’ultima volta che sono andato a Bergamo il supermercato vendeva sacchi di plastica resistenti  che si riutilizzano)

marche4

Le patate sono la base dell’alimentazione in Bretagna. Questo venditore ne vende dozzine di qualità diverse. Quando dico ai bretoni che in italia si comprano “le patate”, senza che si debba scegliere il tipo e la qualità , genericamente mi guardano increduli.

marche5

Due pescioni di razza non definita….il prezzo del pesce varia un po anche in funzione dell’ora. Al mattino presto si trova piu’ scelta ma alla fine della mattinata i pescivendoli fanno delle offerte per liquidare l’invenduto.

marche8

Ostriche, sul fondo delle ostriche “creuses” da non confondere con le ostriche “plates” cioé piatte che sono originarie della bretagna, piu’ prelibate le piatte secondo la maggioranza dei bretoni. Le piatte in ogni caso sono molto più care.

marche7

Vendita di pane derivato dall’agricoltura biologica molto di moda.

marche18

Questo e il pesce più pregiato da queste parti; si chiama Lieu é un pesce atlantico che non esiste nel Mediterraneo. Va mangiato freschissimo, di giornata

marche9

Un aperitivo? Ogni cesto contiene olive preparate in ogni modo.

marche10

Cassette piene di enormi granseole (araignée)

marche11

Naturalmente la venditrice di Crêpes

marche12

Astici (eravamo credo a 150.000 lire il Kg.)

marche13

Una sosta nella piazza principale di Saint Renan—-

marche14

Le ostriche più grandi si chiamano “piedi di cavallo”. Per diventare cosi ci vogliono almeno 5 anni di allevamento. In vendita a 10.000 lire l’una. (l’allevamento é quello di M. Madec a Prat Ar Coum)

marche15

Non so se la signora sia spagnola, comunque la Paella era molto appetitosa

marche16

Un venditore di formaggi di fattoria. Un indirizzo sicuro (lo dò solo agli amici).

 

Ecco, la visita é finita. Se volete, visto che é ora di mangiare, cosa può esserci di meglio di una buona pizza da portare a casa?

marche17

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close