La Cucina Bretone – dizionarietto gastronomico ovvero: salvate il Kig Ha Farz


Piccolo Dizionario Gastronomico della cucina Bretone
Un dizionario gastronomico benché piccolo non può esimersi dall’iniziare con un bel alfabeto (alfabeto francese naturalmente a 26 lettere con le j, k, w ecc), cliccando sulla lettera si arriva alla parte del dizionario concern….. (qual’é il participio passato del verbo concernere?)
(sono arrivato alla lettera F)

A   B   C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z



A



Algues (Alga alimentare)
Insaccato originario di Guéméné (un paese della Bretagna)
Insaccato originario di Guéméné (un paese della Bretagna)

Andouille, Andouillette


Granseola detta "ragno" in bretagna
Granseola detta “ragno” in bretagna

etiquette-1-grand

Cidre (sidro)
Bevanda leggermente alcolizzata e frizzante con l’aspetto di una birra ambrata, deriva dalla fermentazione del succo delle mele “da sidro” ed é prodotto in Bretagna e Normandia. Esiste in due versioni “brut” secco e “doux” dolce, condizionato quasi sempre in bottiglie da 0,75 simili a quelle per lo spumante, Il sidro accompagna tradizionalmente le crepes (vedi) e nelle creperie viene servito in tazza. Il sidro venduto nella grande distribuzione é di qualità e prezzo generalmente standardizzati che non superano i 5 € a bottiglia.
Recentemente alcuni produttori artigianali hanno cominciato a produrre sidro “single pomme” di alta qualità a prezzo moderatamente più elevato.
Nell’immagine in basso l’etichetta di uno dei migliori produttori di sidro bretone secondo il concorso generale agricolo del 2014 (http://france3-regions.francetvinfo.fr/bretagne/2014/02/26/concours-general-agricole-le-cidre-breton-jugeet-recompense-422735.html)

crepe complete
Crêpe complète foto di Andrea Mina
Crèpes
Spesso al plurale, les crêpes sono il risultato della cottura di una pastella apposita, su una piastra rotonda a gas o elettrica detta bilig. La pastella é versata sulla piastra calda con un mestolo e stesa con l’aiuto di un rozell sorta di rastrellino di legno senza denti. La pastella per le crêpes é composta principalmente da farina di grano o grano saraceno, acqua, latte, uova, burro. La preparazione é differente in funzione della zona soprattutto tra la Bretagna bretonne a ovest e quella gallo a est. Les crepes che contengono grano saraceno sono anche dette galettes e sono utilizzate per preparare crêpes/galettes salate, al contrario delle crêpes con grano normale che sono usate per le preparazioni dolci.
Le crêpes salate o dolci che siano, possono essere preparate, guarnite con svariati ingredienti, preparate in casa o servite nelle creperie. Un pranzo in una creperia é tradizionalmente composto da più portate di crêpes/galettes prima le salate e poi le dolci come dessert. La bevanda che accompagna le crêpes é tradizionalmente il sidro di mele (vedi sopra). Le crêpes dolci possono essere preparate senza altri ingredienti e sono vendute “a dozzine” nelle panetterie pasticcerie per essere guarnite in un secondo tempo.


F


 

farbreton

Far breton

Dolce fatto con latte, uova, zucchero, farina, burro salato come un budino cotto al forno. Esiste anche farcito con prugne secche o uvetta. Dolce classico mangiato come merenda, dalla nonna. Si compra anche naturalmente in panetteria o anche pasticceria venduto intero, a grosse fette o in tranci.


 

By Fraise Label Rouge (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons
By Fraise Label Rouge (Own work)

 

Fraise (fragola)

La Bretagna é una zona di produzione della fragola soprattutto nella zona di Plougastel-Daoulas e soprattutto della specie “gariguette”. Di forma un po più lunga e di colore rosso chiaro, saporita e profumata, si presta a essere consumata al naturale,  “inzuppata” in zucchero semolato, o in molte preparazioni, paste o pasticcini. A Plougastel-Daoulas la coltivazione della fragola comincia nel 18° secolo e grazie al microclima eccezionale ha un successo folgorante (digressione: in Bretagna ogni paesino si vanta di avere un microclima eccezionale).

Cartolina sulla coltivazione della fragola Wikipedia dominio pubblico
la coltivazione della fragola a Plougastel-Daoulas Wikipedia dominio pubblico

A partire del mese di marzo e anche prima, i mercati si riempiono di “barquettes” di fragole che vanno mangiate rapidamente per gustare la fragola al meglio della sua forma. A Plougastel-Daoulas esiste il Museo della Fragola e ogni anno la seconda domenica di giugno, si svolge la Festa della Fragola .

 

2 pensieri riguardo “La Cucina Bretone – dizionarietto gastronomico ovvero: salvate il Kig Ha Farz

  • 20 maggio 2017 in 11 h 21 min
    Permalink

    Ciao Sergio, vedo che ringrazi Stefano dove si parla di cucina bretone: se vuoi assaggiare un KIG HA FARZ strepitoso, ti consiglio quello che vendono al mercato del sabato di Saint-Renan , mi riferisco al banchetto in piazza a vicino al Credit Mutuel de Bretagne.
    Buone vacanze
    Luigi

    Risposta
  • 19 maggio 2017 in 9 h 33 min
    Permalink

    Grazie per i tuoi articoli preziosissimi per le mie vacanze in Bretagna.
    A giugno visiteremo per la quarta volta questa meravigliosa terra, ne siamo affascinati.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close